Quanto dura questo blog?al via le scommesse. Io dico giusto un paio di giorni. Vedremo.

 

Gowalla: Gowalla is Going to Facebook

gowalla:

Three years ago Gowalla’s journey began when I took a photograph of Lake Tahoe on my iPhone. I had just finished a phone call with my dad, and I wanted nothing more than to share that photo and place with him. Not just in a text message or status update sort of way, but with a bit of weight…

T’adda piacè lu tavuto

Così cambiano i confini dei social planet

La notizia non è nuova: Boston è di Viterbo, e facebook, se fosse un paese, sarebbe il terzo per estensione su questo misero pianeta. Ma da che mondo è mondo, se il cielo è a pecorelle allora significa che all’indomani pioverà. E voi a questo punto vi chiederete: e questo cosa c’entra col discorso dei social network?assolutamente nulla. La notizia è un’altra, e parte da uno studio del famoso portale Mashable. Nel lontano 2007 (lontano se si considera la rapida evoluzione che interessa il mondo dei social network), facebook era un piccolo sputazzo in confronto a quell’obrobrio che si chiamava Myspace. Solo tre anni dopo invece myspace sta scomparendo come anche quel triste tentativo di microsoft con windows live. Facebook è un gigante che al suo interno mostra dinamiche interessanti: il triste fenomeno di “farmville” ed “happy farm”. Quanta gente si è fulminata di fronte a questi giochini?siete invitati a lasciare un commento stracolmo di odio nei confronti di questi personaggi. Un’isola interessante nel mare dei social è quella di twitter che negli Stati Uniti spopola, mentre dalle nostre parti stenta a partire. Io ho un account, sono troppouncapo. Siete liberi di followermi:). Adesso però mi sono rotto le palle di scrivere. Ho superato la mia soglia di sopportazione alla scrittura. arrivederci.

Nuvole minacciose incombono oltre le vetrate. Il treno scivola sulle rotaie. È come se una palla da bowling andasse lì, dritto dritto al centro dei birilli. il passato si dimentica in fretta così come il presente che viviamo. Un’altra stazione e poi ancora via verso qualcosa che correi tanto conoscere. ma bisogna aspettare, il capolinea è un pó lontano. Vedremo.

Io ci provo, ci ho sempre provato ad essere autentico

Il bagno: estremo baluardo del pensiero umano.

La peggior espressione del capitalismo: il centro commerciale.

Fai bene e scorda, fai male e pensa